Come preparare i cibi surgelati

preparare i cibi surgelati - ricettaI cibi surgelati rappresentano uno degli alimenti più sfruttati in assoluto al giorno d’oggi grazie proprio alle caratteristiche relative alla conservazione e alla preparazione che li riguardano.
In particolar modo, se si dispone di un comunissimo freezer, è possibile conservare questa tipologia di cibi anche per lunghi periodi per poterli poi gustare quando meglio si crede.
Proprio in virtù di queste caratteristiche specifiche, però, è molto importante comprendere quanto la fase di preparazione risulti fondamentale e quanto essa possa influire, in maniera anche molto significativa, su quello che è il risultato finale.
Seguire in maniera corretta ed accurata tutte le fasi, infatti, permette di ottenere delle pietanze gustose e gradevoli.

Scongelamento

La fase di scongelamento dei cibi surgelati è forse la più importante in assoluto, in quanto influisce su quella che è la consistenza dell’alimento stesso.
Innanzitutto, la prima accortezza da avere in assoluto è quella di conservare gli alimenti, dopo averli acquistati, in un freezer con una temperatura di almeno -16 gradi in modo tale da mantenere intatte le loro condizioni.
Per quanto riguarda lo scongelamento vero e proprio, invece, la prima cosa da comprendere è se la pietanza debba essere scongelata prima della cottura, in quanto in alcuni casi non è così.
Appurato questo particolare è fondamentale scongelare il piatto in frigorifero e non a temperatura ambiente, in quanto l’igiene potrebbe essere seriamente intaccata, ad una temperatura di 4 gradi per circa 4 ore.
In alcuni casi si può utilizzare anche il microonde sfruttando, naturalmente, l’apposita funzione di scongelamento.

Cottura

La fase di cottura, per quanto riguarda i cibi surgelati, dipende naturalmente dal tipo di pietanza che si ha intenzione di preparare e dal modo in cui lo si vuole fare.
In linea di massima, comunque, ciò di cui bisogna ricordarsi è di utilizzare, a questo proposito, gli strumenti e gli accessori giusti in modo tale da non rovinare la consistenza del prodotto finemente mantenuta grazie alla fase di scongelamento.
Pertanto è molto importante utilizzare elettrodomestici come un microonde, un forno in base al tipo di cottura, oppure ancora meglio una friggitrice ad aria professionale per quanto riguarda la preparazione di fritture realizzate senza l’utilizzo eccessivo di olio e, quindi, molto più salutari e pentole o padelle a seconda del tipo di pietanza.
In definitiva, comunque, i cibi surgelati se scongelati e preparati nella giusta maniera possono rappresentare una soluzione decisamente conveniente e di qualità.

Girelle di pizza alle verdure

Ingredienti

Per l’impasto:

250 gr. di farina forte,

150 gr. di semola,

1 cucchiaino di sale fino,

1 cucchiaino di zucchero,

320 ml di acqua,

4 gr. di lievito di birra secco,

1 cucchiaio di olio d’oliva.

Per il ripieno:

1 melanzana piccola,

1 zucchina piccola,

1 peperone rosso o giallo piccolo,

mezza cipolla,

sale e pepe q.b.,

aglio meglio se in polvere q.b.,

origano q.b.,

olio d’oliva q.b.,

formaggio grana grattuggiato q.b.,

formaggio dolce a cubetti q.b.

Metodo

Per l’impasto:  Nella ciotola di una planetaria ( se non l’avete mettetelo in una ciotola per lavorare a mano) versate le farine setacciate, il lievito granulare, lo zucchero, l’olio e pò d’acqua tiepida dai 320 ml, cominciate ad impastare e per ultimo versate il sale, versate piano piano la restante acqua, nel caso l’impasto dovesse risultare duro aggiungete dell’altra acqua o in caso contrario aggiungete altra farina; dovrete ottenere una palla bella liscia e morbida ma non molle.

Ponete l’impasto a lievitare in un luogo tiepido per circa un’ora o comunque fino al raddoppio.

Intanto che l’impasto lievita preparate la farcitura. Tagliate a cubetti sottili tutte le verdufre, se lo preferite potete dargli un colpo col mixer, metteteli in una padella con dell’olio, sale e pepe e fateli stufare, quando saranno cotte fatele raffreddare per bene, magari mettetele in un colino così da far scolare tutto il liquido in eccesso.

Ora che l’impasto è lievitato, cospargete una spianatoia di legno con della farina, tirate l’impasto fino ad ottenere una sfoglia rettangolare, ne troppo spessa nè troppo sottile, versate le verdure in modo regolare, lasciando un cm dal bordo libero, spolverizzate l’origano, il formaggio grana ed infine il formahhio dolce a cubetti.

Arrotolate con delicatezza il rotolo ripieno, stringendo per bene, con un coltello ben affilato tagliate tante fette spesse quanto basta, calcolate che nella seconda lievitazione cresceranno ancora. Disponete tutte le girelle di pizza su una tegli ricoperta con carta forno. Sistemate la teglia nel forno appena caldo, sui 30° circa e fate lievitare ancora per circa 30-40 minuti.

10 minuti prima che finisce il tempo di lievitazione uscite la teglia da forno e preriscaldatelo a 200°, fate cuocere le girelle di pizza per 15 minuti circa o comunque fino a doratura, dipende dal vostro forno.

Fate raffreddare su di una gratella e servite tiepide.

Il ripieno potete sostituirlo con quello che più preferite, l’importante che non sia troppo umido così da ottenere delle pizzette belle croccanti.